Back to Question Center
0

The Secret Souk Tagine

1 answers:
The Secret Souk Tagine

Il Marocco ha sempre. è stata una delle principali fonti di ispirazione nel mio mondo. Inizialmente attraverso il suo turbinio di oggetti e oggetti preziosi: la mano rustica incorniciava i tappeti con i loro moderni motivi geometrici, l'artigianalità della lavorazione artigianale in filigrana e le vivaci piastrelle artigianali. Sì, è giusto dire che sono completamente svenuto per gli interni marocchini. Ho visitato per la prima volta il Marocco nel 2006 con mio marito e mio figlio che all'epoca aveva 3 anni. Stavo progettando la nostra nuova casa e desideravo riempirla di stranezze e tessuti che conferissero un'atmosfera etnica al nostro spazio modernista. Durante la nostra prima notte a Marrakesh, sono rimasto stupefatto dal pasto cucinato in casa che avevamo al riad in cui alloggiavamo: un tagine multi-aromatizzato e inebriante. Mio figlio, Jivan, era stato completamente abbracciato dal personale della cucina e, nonostante la barriera linguistica, l'amore per il cibo li univa all'istante.

Ciò continuò per le prossime notti, mentre trascorreva ogni sera su una sedia per aiutarci orgogliosamente a preparare il nostro pasto. Di giorno si immergeva nel caotico e visivamente arroccante suk con la tipica meraviglia infantile. Così magica e vivace questa vacanza è stata per tutti noi, che ho giurato di sperimentare di più con i sapori marocchini, portando con me varie spezie speciali per provare la mia mano a un tagine. Il cibo e il decoro marocchini sono ormai un punto di riferimento costante per tutto ciò a cui mi avvicino.

Recentemente, un pezzo di Marocco è apparso nel centro di Soho, ricordandomi ancora una volta delle sue meraviglie. The Secret Souk era una serie limitata di cene tenute in un loft del centro cittadino trasformato in un elaborato suk marocchino notturno. Ogni sera un gruppo di 20 estranei si riuniva per banchettare con piatti marocchini contemporanei creati dallo chef Scott Edwards . Parte avventura culinaria e parte shopping experience , ogni angolo del souk potrebbe essere portato a casa con te. Le ceramiche, le pentole in rame, le stoviglie, i tappeti berberi, i tessuti e le coperte in vendita si sono aggiunte alla squisita esperienza culinaria.

Fortunatamente per me, il brillante team dietro The Secret Souk ha uno stretto rapporto con la mia ragazza e la fotografa di EyeSwoon, Chloe Crespi. Ho avuto la fortuna di entrare nella cucina che ispira soggezione lì per creare un pasto con lo chef Scott Edwards, il cui pedigree lo ha inserito nelle cucine di Estela a New York e con la stella Michelin Oud Slius nei Paesi Bassi. Insieme abbiamo creato una buona tagina vegetariana con uova al forno, erbe fresche e trucioli di ravanello - un tocco moderno su un piatto classico che mi ha spinto indietro dentro le mura del cortile del nostro riad di Marrakech anni prima. Ero entusiasta di apprendere nuove tecniche di cottura da Scott, ma a dire il vero ho avuto difficoltà a concentrarmi!. Con tutti i miei sensi intensificati, non potevo resistere all'esplorazione del mercato in nessuna piccola pausa nel nostro lavoro. Alla fine, partii con una pancia piena e un'auto piena di oggetti di scena di Eye-Swoon: vassoi patinati, metallo antico, ciotole di legno rustico e tessuti etnici. Io sono strettamente commerciale, dopo tutto!. ðŸ~ ‰

Fotografia catturata da Chloe Crespi

Â

April 13, 2018