Back to Question Center
0

Misticismo della cerimonia del tè marocchino

1 answers:
Mysticism of the Moroccan Tea Ceremony

I rituali cerimoniali hanno. sempre stato sacro per me - βασιλικος πολτος πωληση. La cerimonia del tè marocchino, iniziata nel 18 secolo, evoca ricordi di un viaggio a Marrakesh molti anni fa. Le serate sono state trascorse sul tetto del nostro Riad come le preghiere del tramonto echeggiavano attraverso la città. Era diverso da qualsiasi cosa avessi sperimentato, un hummm profondamente spirituale vibrato per tutto il mio essere, e fino ad oggi sorseggiare un tè alla menta marocchino mi ricorda la potente emozione che mi ha sopraffatto. Il tè alla menta è di per sé centrale nella vita marocchina e una bevanda nazionale. Se visiti un suq o la casa di qualcuno, è consuetudine che lo preparino in tuo onore. Posso ricordare molti incontri nei mercati, come abbiamo cercato i tappeti berberi, dove abbiamo sorseggiato il tè insieme al proprietario del negozio prima di negoziare qualsiasi prezzo. Ha prestato un tocco gradevole a un processo a volte teso - nessun affare può essere chiuso a Moroccao senza una tazza di questo tè emblematico.

La cerimonia del tè marocchino che abbiamo creato al The Secret Souk a New York non è stata altrettanto mistica, priva delle preghiere inquietanti o delle insolite trattative. Ma era ancora radicato nel rituale e meravigliosamente trasportabile. Sono rimasto sorpreso da quanto dettagliata fosse la preparazione (nota come Atai ) e sono stato onorato di provare ancora una volta la sua cerimonia in questo bellissimo loft di Soho Jasmine Hamed e . Nicole Francesca Manfron (15 anni) si è trasformata in un mercato marocchino. L'acqua bollente viene versata sopra una menta fresca, foglie di tè essiccate e zucchero in una pentola d'argento e poi versata lentamente in bicchieri decorati e fragili. Come è tradizione, il versamento è stato fatto da un'altezza di dodici pollici circa. La fragranza dolce è immediatamente rilevabile mentre il profumo della menta fresca riempie l'aria. Durante la mia permanenza a Medina, un invito ad aiutare a preparare il tè era piuttosto lusinghiero, e l'ho sentito ancora una volta invitato a prendere parte al The Secret Souk.

La partecipazione alla cerimonia è stata di nuovo terapeutica - mi sono sentita rilassata e ispirata ad amare le piccole cose, come il tè, con più entusiasmo. Per quanto riguarda il processo lento coinvolto, i marocchini possono essere ascoltati dicendo: â € "Inshas Allah, â € ??. oppure: "Dio vuole, tutte le cose buone arrivano con il tempo. â € ??. È un ottimo promemoria per rallentare e rilassare, per essere paziente e per guardare veramente il mondo intorno a te.

Fotografia di Chloe Crespi . Prova la mia avventura culinaria in The Secret Souk here !

April 13, 2018